Eco

Eco_montagna

Quando si cammina con qualcuno dentro ad un tunnel è facile sentire le voci della conversazione che vengono in qualche modo amplificate, prolungate nel tempo. Chiunque abbia mai provato il piacere immenso di fare una passeggiata in montagna non avrà mai resistito alla tentazione di urlare verso quegli spazi immensi, sentendo il proprio grido echeggiare tra le valli e rimbalzare sulla dura pietra delle montagne lontane. Molti teatri, anche antichi, sfruttano questo particolare fenomeno dell’acustica per diffondere al meglio il suono, rendere più piacevole e vivo il suono di un’orchestra, o amplificare semplicemente la voce di un attore intento ad esprimersi nel suo monologo principale. Nei teatri antichi la forma è essenziale allo scopo.

Pink Floyd

I Pink Floyd.
Da sinistra a destra: Roger Waters (basso, voce), Nick Mason (batteria),
David Gilmour (chitarra, voce), Richard Wright (tastiera)

Waters_gongEra il 1972, quando fu realizzato uno dei progetti più incredibili che andava a puntare proprio sulla scelta di un posto che permettesse di sviluppare un certo tipo di suono, che creasse insomma un’atmosfera quasi onirica. Pink Floyd: Live At Pompeii fu uno tra i primi concerti live dei Pink Floyd e fu realizzato proprio nell’Anfiteatro Romano di Pompei. Una delle caratteristiche fose più impressionanti di questo concerto è che non fu aperto al pubblico, ma i Pink Floyd si esibirono direttamente a contatto con l’architettura in rovina del paesaggioAnfiteatro Pompei Pompeiano, esclusivamente sotto gli occhi delle telecamere con cui venne realizzato il film dell’evento. Il risultato a mio parere è sensazionale ed unico. Per chi si intende abbastanza di Pink Floyd riuscirà senz’altro ad intuire la genialità e la bellezza di quest’opera.

Live At Pompeii

Per tornare a parlare di echi voglio proporvi la versione del live della canzone Echoes, registrata nell’album Meddle del 1971.
Il testo è a dir poco emozionante.

Echoes

Overhead the albatross hangs motionless upon the air
And deep beneath the rolling waves in labyrinths of coral caves
The echo of a distant tide
Comes willowing across the sand
And everything is green and submarine
And no one showed us to the land
And no one knows the where’s or why’s
But something stirs and something tries
And starts to climb towards the light
Strangers passing in the street
By chance two separate glances meet
And I am you and what I see is me
And do I take you by the hand
And lead you through the land
And help me understand the best I can
And no one calls us to move on
And no one forces down our eyes
And no one speaks
And no one tries
And no one flies around the sun
Cloudless every day you fall
Upon my waking eyes
Inviting and inciting me to rise
And through the window in the wall
Come streaming in on sunlight wings
A million bright ambassadors of morning
And no one sings me lullabies
And no one makes me close my eyes
So I throw the windows wide
And call to you across the sky.

Live-at-Pompeii

Traduzione trovata su testitradotti.it

Echi

In alto l’albatro sta immobile sospeso nell’aria
e giù nel profondo dei flutti
in labirinti di caverne coralline
l’eco di un tempo remoto giunge
tremante attraverso le sabbie
ed ogni cosa è verde e sott’acqua
E nessuno ci mostra alla terra
e nessuno sa i dove o i perché
ma qualcosa è all’erta, qualcosa si muove
e comincia a salire verso terra
Stranieri passano in strada
per caso due sguardi diversi si incontrano
ed io sono te e ciò che vedo sono io
e ti prenderò per mano per guidarti nel paese
ed aiutami a capire meglio che posso
E nessuno ci chiama a vedere l’alba
e nessuno ci fa abbassare gli occhi
e nessuno parla, nessuno cerca
nessuno vola intorno al sole
Serena ogni giorno ti mostri
ai miei occhi che si destano
m’inviti guardandomi ad alzarmi
e dal muro attraverso la finestra
arrivano ondeggiando su ali di raggi di sole
un milione di ambasciatori splendenti del mattino
E nessuno mi canta ninne nanne
e nessuno mi fa chiudere gli occhi
così spalanco le finestre
e nuoto fino a te attraverso il cielo

Intero concerto Pink Floyd: Live At Pompeii versione Director’s Cut

Versione originale di Echoes

About these ads

4 risposte a “Eco

  1. Awesome blog! Do you have any recommendations for aspiring writers?
    I’m hoping to start my own site soon but I’m a little lost on everything.
    Would you recommend starting with a free platform like WordPress or go for a paid option?

    There are so many choices out there that I’m completely confused .. Any ideas? Bless you!

  2. I’m curious to find out what blog platform you are utilizing? I’m experiencing some minor security problems with my latest blog and I’d like to find something more secure. Do you have any recommendations?

  3. I do not write many responses, but after reading a few of the responses
    on this page Eco | Il Brofillosauro. I actually do have 2 questions for you
    if it’s allright. Could it be just me or do some of these responses appear like they are left by brain dead folks? :-P And, if you are posting on other sites, I’d like to follow you.
    Could you make a list of the complete urls of all your social sites like your linkedin profile, Facebook page or twitter feed?

Inserisci un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...